martedì 20 novembre 2018
Sei in: Home > Consorzio > Origini del Consorzio
Lettura facilitata Lettura normale
In questa sezione
Introduzione
Il Consorzio e le origini
Organi del Consorzio
Funzioni del Consorzio
Il territorio
Mappa del territorio
Uffici e organigramma
Notizie opere di bonifica
Disciplinare irriguo
Notizie opere di irrigazione
Mappa dei distretti irrigui
Il telecontrollo del Consorzio
Mappa del telecontrollo

Il Consorzio Bonifica Integrale Larinese

Cos’è il Consorzio

Il Consorzio Bonifica Integrale Larinese è un Ente di diritto pubblico , amministrato dai propri consorziati, che opera in base a quanto previsto, altrochè dalla vigente legislazione statale, dalla Legge Regionale n. 42/2005 “Adeguamento e riordino dei Consorzi di Bonifica” e dalle norme del proprio Statuto, al fine di assicurare lo scolo delle acque, la difesa del suolo, la salvaguardia dell’ambiente, la tutela delle risorse idriche e naturali, l’irrigazione e la valorizzazione del territorio.

Sono obbligatoriamente associati nel Consorzio di bonifica, e quindi acquisiscono la qualifica di consorziati, tutti i proprietari (sia persone fisiche che giuridiche) degli immobili di qualsiasi natura (terreni, fabbricati, ecc.) ricadenti nel comprensorio di bonifica e che hanno la caratteristica di ricevere un beneficio dalle opere di competenza del Consorzio di bonifica. Gli immobili che hanno tale caratteristica all’interno del comprensorio sono individuati attraverso la delimitazione del perimetro contributivo.

Ogni cinque anni i consorziati eleggono, fra di loro, i componenti elettivi del Consiglio dei Delegati. Ai componenti elettivi si aggiungono i componenti nominati dal Consiglio Regionale. All’interno del Consiglio dei Delegati vengono poi eletti il Presidente, il Vicepresidente e i componenti del Comitato Esecutivo.

 

Le origini del Consorzio

Il Consorzio Bonifica Integrale Larinese fu costituito con D.P.R. del 08/02/1954. Il comprensorio di pertinenza iniziale si estendeva per 8.508 ettari, risultando dalla fusione dei due preesistenti comprensori di “Piani di Larino” e di “Nuova Cliternia Sud”, classificati e delimitati con D.M. 16/04/1934, n. 3557, per una superficie complessiva di 8.508 ettari, interessanti i Comuni di Larino, Guglionesi e San Martino in Pensilis.

Successivamente, con D.P.R. del 13/12/1957, tale comprensorio veniva ampliato a 21.490 ettari, con l’aggregazione di alcuni territori contigui ricadenti nei comuni di Larino, San Martino in Pensilis, Ururi e Rotello, venendo portato quindi a interessare in complesso una superficie di 29.998 ettari, tutta classificata di I categoria, in base alla L. 08/01/1952, n. 32.

Altri 7.234 ettari, interessanti i Comuni di Santa Croce di Magliano e San Giuliano di Puglia, già classificati di bonifica di II categoria per 1.970 ettari, in base al R.D. 13/01/1933, n. 215, e per 5.264 ettari di I categoria in base alla L. 08/01/1952, n. 32, vennero aggiunti con D.P.R. del 18/07/1969.

L’ultimo ampliamento, per 12.818 ettari , interessante i Comuni di Bonefro, Collotorto, San Giuliano di Puglia, Montorio nei Frentani e Montelongo, disposto con D.P.R. del 14/01/1971, ha portato il Consorzio alla superficie comprensoriale attuale, pari a 50.050 ettari , di cui 37.232 ettari classificati di I categoria e 12.818 ettari classificati di II categoria.
Copyright © 2009 - 2018 Consorzio Bonifica Integrale Larinese - Tutti i diritti riservati